CSA Officina Rebelde

Via Coppola 6, 95131, Catania

26-06-2020

LA SICILIA RIBELLE SI MOBILITA: SANATORIA PER TUTTE/I, SANATORIA SUBITO!!!

LA SICILIA RIBELLE SI MOBILITA: SANATORIA PER TUTTE/I, SANATORIA SUBITO!!!

Settimana di mobilitazione, in Sicilia, a sostegno dei fratelli e delle sorelle migranti.

Diverse realtà in varie parti della Sicilia si stanno mobilitando per lottare contro la assurde logiche della sanatoria varata dal governo e per chiedere un provvedimento che non sia volto solo a favorire i datori di lavoro, considerando i migranti solo come schiavi, ma a dare una effettiva possibilità di ottenere permessi a tutte e tutti. Segnaliamo queste prime due iniziative, a cui siamo certi che ne seguiranno anche altre

A PALERMO: PRIMA IL PERMESSO, POI IL LAVORO!

MARTEDÌ 30 GIUGNO 16.00 PIAZZA VERDI (Teatro Massimo) ANDIAMO A MANIFESTARE!

Chiediamo una sanatoria generalizzata che consenta di ottenere il permesso di soggiorno a chiunque ne sia sprovvisto e che abbia come unico parametro la presenza in Italia.

In Italia vivono 700.000 invisibili, donne e uomini che non possono avere il permesso di soggiorno a causa delle leggi sull'immigrazione italiane ed europee che li hanno resi clandestini negli ultimi dieci anni. La recente sanatoria Bellanova esclude la maggior parte di queste persone.

Con questa legge ingiusta chi lavora con contratto in soli quattro settori - agricoltura, pesca, cura della persona e pulizie domestiche - può avere il permesso di soggiorno, mentre chi nel passato ha già lavorato in questi settori può accedere solo se il suo permesso di soggiorno è scaduto dal 31 ottobre dello scorso anno. Queste regole assurde non solo hanno fatto nascere vergognose speculazioni sulla pelle dei lavoratori ma cercano di limitare la libertà delle persone a scegliere il proprio lavoro.

Premesso che nessun essere umano è irregolare e che pensiamo che il permesso di soggiorno non debba essere legato alla condizione lavorativa e che ogni persona che risiede nel nostro paese non dovrebbe trovarsi in una condizione di invisibilità, ribadiamo che le norme del D.L. 34/2020 non sono minimamente sufficienti a rispondere a queste esigenze dei lavoratori e delle lavoratrici straniere e dell’intero paese.

Per questo chiediamo che tutte e tutti possano emergere e regolarizzarsi, come persone, non come corpi da utilizzare.

Per questo chiediamo immediatamente:

CI VEDIAMO IN PIAZZA!

Evento Facebook

A CATANIA - GIOVEDÌ 2 LUGLIO: Sanatoria per tutte/i: persone NON braccia

VOLEVANO BRACCIA, SONO ARRIVATE PERSONE

Giornata in quartiere, a San Berillo, sul tema della sanatoria 2020

Evento Facebook

Condividi